SCUOLA ITALIANA DI SCIENZE NATUROPATICHE

Scuola di naturopatia e Scuola di massaggio olistico

Tu sei qui: home > Casa editrice > Malattie cardiache e Iridologia

Malattie cardiache e Iridologia di Mihail Dailakis

di Mikhail Dailakis ~ Presidente dell'Associazione Medica Ellenica di Iridologia

INTRODUZIONE

Secondo la medicina tradizionale cinese, il cuore ha il potere di coordinare, di sintetizzare, di decidere.

Nel caso di un eccesso di Yang, c'è eccitazione e incapacità di coordinazione armonica.

Nel caso di un eccesso di Yin, predominano la tristezza, il pessimismo, la timidezza.

I segni cardiaci si situano sempre attaccati al collaretto e sono generalmente piccoli e lacunari, tra le 2 e 30 e le 3 e 30 nell'iride sinistra e tra le 10 nell'iride destra.

I segni cardiaci destri interessano la circolazione venosa e quelli dell'iride sinistra sono in rapporto con la circolazione arteriosa. In tutte le malattie cardiache, è bene esaminare le aree dei polmoni, reni, fegato, ghiandole ed intestino.

Vi presenterò dei casi di malattie cardiache, con i loro segni iridei, tratti dalla mia esperienza.

SOFFIO AL CUORE

Kriege, considera il segno scuro di difetto di sostanza, a ore 3 nell'iride sinistra attaccato al collaretto, come lesione alle valvole cardiache.

Ho osservato questo difetto isolato, anche a ore 9 nell'iride destra, attaccato al collaretto, senza altri segni soggettivi od obiettivi, che coincideva con un semplice soffio al cuore, nella maggior parte dei casi.

CARDIOPATIA ISCHEMICA

ANGINA PECTORIS

Sindrome clinica, caratterizzata da dolore toracico di tipo anginoso, provocato dallo sforzo o dalle emozioni, sensibile al riposo ed alla trinitrina per via sublinguale.

Eziopatogenesi: aterosclerosi coronaria (grandissima maggioranza dei casi) , vizi aortici, anemia grave, tireotossicosi, tachicardia parossistica.

Quadro clinico: dolore retrosternale, costrittivo od oppressivo, con irradiazione specie al braccio sinistro, di durata 3-5 min.

Segni iridei: collaretto ispessito, rotto, introflesso, difetto di sostanza ore 3. associazione di 2 o più segni.

Nei casi di angina ribelle alla terapia medica, con buona contrattilità miocardia è indicata la terapia chirurgica (by-pass aorto-coronarico).

INFARTO MIOCARDICO

La patogenesi dell'infarto miocardio è da riferire, secondo la medicina ufficiale, ad un insufficiente apporto di sangue al miocardio, dovuto a spasmi, stenosi od occlusioni delle coronarie.

Secondo la scuola Tedesca, questa ipotesi è valida per un numero limitato dei casi.

Sono gli infarti primari, dovuti ad occlusione totale di una coronaria, e rappresentano l'1%.

L'altro 99% si sviluppa nel ventricolo sinistro, sulla base di una danno miocardio, che inizia molto prima dell'infarto.

Il ventricolo sinistro è sottoposto ad un lavoro molto intenso in certe condiziono, quali gli sforzi fisici o gli stati di stress.

Gli strati più interni del miocardio sono male irrirati, si verificano alterazioni del metabolismo nel senso di una acidosi.

Lacune attaccate al collaretto, indicano rallentato metabolismo, di insufficienza latente.

Schiarimento settoriale del collaretto nel settore cardiaco è da riferire a spasmi coronarici.

Raddrizzamento del collaretto in corrispondenza della zona cuore, indica tachicardia da distensione gassosa del grosso intestino, con conseguente innalzamento del diaframma.

Anelli di contrazione interrotti in zona cardiaca, indicano sofferenza miocardia.

Macchie di pigmento in zona cuore, testimoniano disturbi di altri organi che possono influenzare il cuore.

Altri segni importanti sono il triangolo nero, che ha la base in corrispondenza del collaretto e l'apice nella zona cuore, la lacuna aperta nella regione del cuore, trasversale vascolarizzato, che si estende dalla regione della milza sino alla regione del cuore, punti neri vicino al collaretto verso le 3 nell'iride sinistra, sono indicazioni di infarto.

Se questi punti sono verso le 2 l'infarto riguarda la parete anteriore, mentre verso le 3 l'infarto riguarda la parete posteriore (Theegarten).

VALVULOPATIE ACQUISITE

STENOSI MITRALICA

Restringimento ad imbuto dell'ostio mitralico per ispessimento dei lembi valvolari e parziale saldatura delle commessure.

Eziopatogenesi: pregressa malattia reumatica.

Quadro clinico: dispnea, palpitazioni precordiali, tosse, emoftoe, disfonia, tardivamente asma cardiaco ed edema polmonare acuto.

Segni iridei: introflessione del collaretto ore 3 nell'iride sinistra.

INSUFFICIENZA MITRALICA

Incompleta chiusura dell'ostio mitralico con conseguente rigurgito sistolico di sangue nell'atrio sinistro.

Eziopatogenesi: più frequente la malattia reumatica ma anche l'endocardite batterica. Raramente congenita.

Quadro clinico: cardiopalmo, astenia facile, affaticabilità, dispnea, emoftoe, edema polmonare acuto.

Segni iridei: rottura del collaretto, associata ad un difetto di sostanza o introflessione del collaretto ore 3 nell'iride sinistra.

PROLASSO DELLA MITRALE

Durante la sistole una o più raramente entrambi i lembi della valvola mitrale prolassano nell'atrio sinistro, determinando una incompleta chiusura dell'orifizio mitralico.

Eziopatogenesi: secondaria a cardiopatia ischemica oppure idiomatica.

Quadro clinico: affaticabilità , dispnea, palpitazioni.

Segni iridei: estroflessione del collaretto, difetto di sostanza o associazione di tutte e due ore 3 nell'iride sinistra.

STENOSI AORTICA

Restringimento di grado variabile dell'orifizio aortico, che determina un aumento delle resistenze all'efflusso di sangue dal ventricolo sinistro.

Eziopatogenesi: congenita o acquisita, in tal caso consegue all'endocardite reumatica o alla propagazione del processo scleroateromatoso dell'aorta ai lembi delle semilunari.

Quadro clinico: angina pectoris, sincope, dispnea da sforzo ed in fase avanzata asma cardiaco ed edema polmonare acuto.

Segni iridei: introflessione del collaretto ore 3 nell'iride sinistra, lacuna con l'arco superiore più netto.

INSUFFICIENZA AORTICA

Insufficiente chiusura delle semilunari aortiche, che determina in diastole il reflusso nel ventricolo sinistro di una quota di sangue espulsa in aorta nella sistole precedente.

Eziopatogenesi: malattia reumatica, lue, endocardite batterica, aterosclerosi dell'aorta ascendente. Raramente congenita.

Quadro clinico: senso di palpitazione precordiale, vertigini, arteriopalmo, dispnea da sforzo, angina pectoris, edema polmonare acuto.

Segni iridei: introflessione del collaretto ore 3 nell'iride sinistra oppure spaccatura dello stesso con un raggio minore.

CARDIOPATIE ENDOCRINE E METABOLICHE

CARDIOPATIA TIREOTOSSICA

Effetto tossico diretto dell'ormone tiroideo. Aumento del lavoro cardiaco.

Ipertrofia – dilatazione cardiaca con piccoli focolai di necrosi.

Manifestazioni cliniche: fibrillazione striale, flutter striale, insufficienza coronaria , insufficienza cardiaca destra o sinistra, edemi periferici diffusi con cute calda ed umida.

Segni iridei: difetto di sostanza sulla zona tiroidea e cardiaca.

I DISORDINI DEL RITMO

TACHICARDIA SINUSALE

Ritmo sinusale con frequenza superiore a 100/m'.

Eziologia: anemia , ipertiroidismo, insufficienza cardiaca, ansia, riduzione della normale inibizione vagale.

Quadro clinico: ridotta resistenza allo sforzo, respiro superficiale, modesta dispnea.

Segni iridei: sono diversi a seconda della patologia.

BRADICARDIA SINUSALE

Ritmo sinusale con frequenza inferiore a 50/m'.

Eziologia: processi degenerativi del nodo del seno, ipertono vagale di varia origine.

Quadro clinico: facile stancabilità, dispnea da sforzo, dolori precordiali, lipotimie.

Segni iridei: sono diversi a seconda della patologia.

FIBRILLAZIONE ATRIALE

Completa desincronizzazione dell'attività striale. Frequenza del ritmo 150 – 300/m'.

Eziologia: aterosclerosi, ipertensione arteriosa, stenosi mitralica, ipertiroidismo.

Segni iridei: sono diversi a seconda della patologia.

LA SINDROME DI WOLF – PARKINSON – WHITE

Precoce attivazione, parziale o totale dei ventricoli da parte di uno stimolo sinusale attraverso vie anatomicamente o funzionalmente diverse dal normale.

La maggior frequenza si rileva nei soggetti di sesso maschile, tra la seconda e la terza decade di vita.

Quadro clinico: tachiaritmia.

Segni iridei: piccola lacuna ovoidale, attaccata sul collaretto ore 3 nell'iride sinistra.

BLOCCO ATRIOVENTRICOLARE

Ritardi od arresti della conduzione trasversalmente completi o parziali tra gli atri ed i ventricoli con varia localizzazione.

  • Giunzione atrio – nodale
  • Nodo atrioventricolare
  • Fascio di His
  • Branche del fascio di His
  • Ramificazioni delle branche
  • Giunzione purkinje – miocardia

Eziologia: aterosclerosi, ischemia malattia reumatica, malattie infettive in generale, difetti congeniti. Può essere un rallentamento semplice della conduzione (I grado), un arresto sporadico della conduzione (II grado ) , o un arresto costante della conduzione (III grado).

Quadro clinico: episodi lipotimici, dispnea e dolore precordiale soltanto al momento dell'insorgenza.

Segni iridei: ispessimento ed introflessione del collaretto ore 3 nell'iride sinistra. Nell'iride destra difetto di sostanza ore 10 zona mediastino.

Nel BAV trasversalmente totale pacemaker a stimolazione ventricolare.

MALATTIE DELL'ENDOCARDIO

ENDOCARDITE REUMATICA

Per malattia reumatica o reumatismo articolare acuto, si intende una malattia febbrile che insorgecome sequela di un'infezione da streptococco emolitico, che è caratterizzata da una reazione flogistica di vari tessuti e particolarmente del cuore, delle articolazioni e dei vasi.

Segni iridei: piccole lacune ovoidali e difetti di sostanza attaccate al collaretto ore 3 iride sinistra.

SCOMPENSO CARDIACO

Sindrome secondaria a molteplici cardiopatie, che comportano l'incapacità da parte del cuore di mantenere a riposo e/o dopo sforzo una portata adeguata alle necessità metaboliche dell'organismo.

Eziologia: vizi congeniti, malattia mitralica, stenosi ed insufficienza aortica, infarto miocardio, insufficienza coronarica cronica.

Segni iridei: difetti di sostanza e piccole lacune ovoidali attaccate al collaretto ore 3 iride sinistra e ore 9 iride destra.

CARDIOPATIA CONGENITE

TETRALOGIA DI FALLOT

Costituisce il tipo più comune di cardiopatia congenita cianogena.

E' caratterizzata da: stenosi infundibolare polmonare, difetto settale interventricolare, destroposizione dell'aorta ed ipertrofia ventricolare destra.

Tramite la comunicazione interventricolare associata ad una stenosi polmonare, il sangue contenuto nel ventricolo destro si riversa attraverso il difetto settale nell'aorta.

Quadro clinico: cianosi, dispnea da piccoli sforzi, difetto di accrescimento corporeo, crisi asfittiche, eritrocitosi, dita a bacchetta di tamburo, posizione accovacciata dopo sforzi fisici.

Segni iridei: marcata rarefazione dello stroma irideo, compromissione della zona cardiopolmonare, OPI atrofico , pupilla ellittica orizzontale che indica problemi neurologici in ambito cardiaco come alterazione nella conduzione dello stimolo, compromissione dello psichismo, disturbi a carico dell'irrorazione sanguigna cerebrale.

DIFETTO DEL SETTO INTERVENTRICOLARE

Anomala comunicazione tra i due ventricoli con passaggio di sangue dal sinistro al destro e con iperafflusso polmonare. Si sente un soffio olosistolico.

Segni iridei: difetto di sostanza con discromia attaccati al collaretto ore 3 iride sinistra. Piccola lacuna ovoidale ore 10 iride destra.

 

Scuola di Naturopatia e Scuola di Massaggio olistico

Le sedi della Scuola di Naturopatia in Italia:

Bari, Cagliari, Catania, Lecce, Messina, Palermo, Reggio Calabria, Salerno

DYNAMIS Soc. Coop. - Istituto di Naturopatia e Medicina Olistica

Scuola Italiana di Scienze Naturopatiche
Scuola di Naturopatia

Telefax. 093426646 - Cell. 3388057316 - Contatti
Codice Fiscale/P. IVA Dynamis Soc. Coop. 01937960852

Numero verde ~ Scuola Naturopatia
Brochure dei corsi di naturopatia // Piano Offerta Formativa

Piano di studi personalizzati

Sono aperte le iscrizioni al corso professionale di naturopatia.

Scarica la brochure
(.pdf 1,6 MB)